Migliore aceto di mele 2021: Guida completa, recensioni e classifica TOP5

Portare sulla propria tavola dei prodotti che possano essere di ottima qualità è sempre importante. L’aceto di mele, ad esempio, è un ingrediente che possiede un gran numero di proprietà benefiche per il proprio corpo.

É un prodotto che, non solo funge da condimento per insalate, ma può essere utilizzato anche per altri scopi: disinfettante e addirittura come prodotto per rendere i capelli più lucente e la pelle più morbida.

In questa guida vi parleremo proprio dell’aceto di mele dei suoi benefici, delle caratteristiche e di come scegliere il prodotto migliore.

Bestseller No. 3
Aceto di mele Pipkin 100% biologico, Con la madre dell'aceto, Senza OGM, Pressato a freddo, Non...
  • 🍎 ACETO DI MELE 100% BIOLOGICO - Aceto di sidro di mele grezzo al 5% di acidità. Realizzato con mele biologiche senza OGM. Pressato a freddo e non pastorizzato per mantenere tutti i preziosi...
Bestseller No. 4
Aceto di Mele - 180 capsule vegane - Aceto di Sidro di Mele - Dosaggio giornaliero 1033 mg - Con di...
  • ✔ PERCHÉ SCEGLIERE APPLE CIDER VINEGAR COMPLEX DI NUTRAVITA? - Il nostro integratore contiene 1000 mg di aceto di sidro di mele con l'aggiunta di pepe di Caienna, curcuma e radice di zenzero....
Bestseller No. 5
MeaVita Aceto di Sidro di Mele Biologico Meavita, Naturalmente Torbido e Non Filtrato con Aceto di...
  • Il nostro aceto di sidro biologico dà un sapore di aceto fruttato e acido

Come scegliere il migliore aceto di mele?

aceto di mele

Prima di iniziare, specifichiamo cosa si intende per aceto di mele nello specifico: è un liquido che viene realizzato attraverso la fermentazione degli zuccheri provenienti dal succo di mele. Gli zuccheri vengono trasformati in alcol grazie alla fermentazione e, successivamente, con la presenza di batteri Acetobacter, l’alcol verrà convertito in acido acetico, attraverso la fermentazione acetica.

La domanda che ci si pone è come scegliere un aceto di mele di ottima qualità. Sono molte le marche che propongono diverse tipologie di aceto, ed è per questo che si fa sempre fatica a scegliere quello più buono. Per tale motivo, è necessario considerare alcuni aspetti:

  • produzione con mele biologiche: dunque senza l’aggiunta di trattamenti chimici, ciò garantirà un prodotto naturale e salutare.
  • non pastorizzato: l’aceto non deve essere riscaldato o prodotto con sostanze chimiche in quanto ciò potrebbe abbassare la sua qualità e quindi far perdere molte proprietà benefiche.
  • fermentazione naturale: in questo caso si parla della madre, ovvero la parte che si trova sul fondo dell’aceto, che solitamente si scarta, ma in realtà è la parte più buona, formata da enzimi e microrganismi che aiutano nella fermentazione acetica, ovvero la trasformazione dell’alcol in aceto. Per questo motivo, ci sarà sempre quella sostanza sierosa sul fondo della bottiglia.

Evitate, quindi, un aceto di mele limpido in quanto ha perso tutte le sue sostanze. É essenziale, inoltre, scegliere bene tra un aceto di mele conservato in bottiglie di vetro o in plastica.  Sicuramente, la bottiglia in vetro è la più consigliata poiché fa sì che l’aceto sia protetto dagli agenti esterno.

Nel caso, invece della plastica, è necessario accertarsi che sia senza BPA, ovvero Bisfenolo, sostanza chimica solitamente utilizzata nella realizzazione di oggetti in plastica. Inoltre, qualora si acquistasse un prodotto in bottiglie realizzate con questo materiale bisognerà conservarlo in luoghi in cui si potranno evitare i raggi solari e più in generale fonti di calore.

L’aceto di mele quindi dovrebbe essere conservato in luoghi freschi e asciutti; siamo abituati a riporlo in credenza, ma il luogo migliore è il frigorifero in quanto si andranno a mantenere le proprietà benefiche in modo più duraturo.

Inoltre, un altro consiglio, è di evitare che l’aria entri all’interno della bottiglia, quindi è meglio chiuderla bene dopo ogni utilizzo.

Come può essere utilizzato e consumato l’aceto di mele?

Berlo come se fosse una bibita

É possibile consumare l’aceto di mele come se fosse una semplice bevanda: si rivelerà una bibita totalmente dissetante. Ovviamente, si dovrà diluire con acqua poiché bere l’aceto così com’è non è proprio salutare, in quanto può portare problemi all’esofago e all’apparato digerente.

Consumarlo insieme a un integratore

Affinchè si possa apportare più energia e antiossidanti al nostro corpo, è possibile consumare l’aceto di mele aggiungendolo a un integratore: basta mischiarlo ai frutti che possiedono proprietà benefiche per il corpo e l’organismo umano, ma anche con il miele, il quale è un ottimo integratore che viene consumato quando si vuole contrastare il raffreddore.

Creare trattamenti di bellezza per capelli e pelle

L’aceto di mele può garantire ai capelli più lucentezza. Per farlo, avrete bisogno di un barattolo in cui mischierete 50 grammi di rosmarino e mezzo litro di aceto.  Per dieci giorni dovrete lasciare macerare il composto, agitando il contenuto ogni giorno.

Successivamente, il tutto va filtrato e imbottigliato. I vostri capelli ne gioveranno se lo utilizzerete sempre dopo ogni shampoo.
É possibile utilizzare questo prodotto anche per migliorare la pelle.

Se avete problemi di forfora, capelli grassi o prurito, è possibile realizzare un prodotto apposito con acqua e aceto di mele. Dovrete solo tamponare con un batuffolo di cotone i punti in cui il problema persiste.

In cucina

L’utilizzo principale dell’aceto di mele è proprio in cucina, è possibile infatti usarlo nella conservazione di verdure, ma anche per la fermentazione dei cibi. Questo metodo di fermentazione è poco utilizzato, ma pian piano si sta facendo strada sempre di più.

Con esso si garantisce un arricchimento di enzimi e vitamine, grazie ai quali è possibile rendere i cibi più nutrienti. L’aceto di mele assicura una conservazione ottima dei cibi come carote, fagioli, peperoni, cetrioli e così via.

Aceto di mele: filtrato o non filtrato?

Esistono due tipologie di aceto di mele: filtrato e non filtrato. Nel caso in cui abbiamo bisogno di un aceto che abbia tutte le proprietà benefiche, sarà meglio acquistarlo non filtrato; per riconoscerlo è necessario osservare la consistenza, che risulterà torbida grazie alla presenza di residui sul fondo della bottiglia.

Questo aspetto è essenziale per far capire all’acquirente che l’aceto che sta per comprare è di ottima qualità, in quanto la presenza dei microrganismi essenziali lo rende più buono. Al contrario, un prodotto filtrato non possiederà tutti gli effetti benefici, anche se sicuramente risulterà più limpido e gradevole alla vista quando verrà imbottigliato. Purtroppo, però, in tal caso mancherà della sua parte migliore.

A questo punto siamo pronti ad offrirvi la classifica dei migliori aceti di mele in commercio. Ciò vi aiuterà nell’acquisto e per capire al meglio quali sono le caratteristiche da tenere in considerazione.

Aceto di Mele – Classifica dei migliori 5 in commercio:

  • Bragg Aceto di Sidro di Mele – Il miglior aceto di mele

aceto di mele migliore

Il primo aceto di mele che proponiamo è commercializzato dall’azienda Bragg. Si tratta di uno dei prodotti preferiti dai salutisti, in quanto è ricco di enzimi e potassio e viene usato soprattutto durante le diete, in quanto aiuta nella digestione e di conseguenza attiva il metabolismo e favorisce la perdita di peso.

L’acidità è una delle caratteristiche dell’aceto Bragg, poiché si rivela molto forte ma diluendo il prodotto con acqua, riuscirà ad essere attenuata. I palati più esperti riconosceranno in questo aceto di mele un sapore fruttato e deciso e un aroma esaltante: è possibile utilizzarlo sia per condimento sia come integratore alimentare. La bottiglia è di 473 ml.

  • Deto Andrea Milano, Aceto di Mele Biologico

In questo caso, parliamo di un aceto di mele 100% made in italy.  Si tratta di un prodotto non filtrato, quindi dotato di madre naturale. Ciò è possibile notarlo dalla consistenza torbida del liquido, il quale ha un gusto fruttato e corposo.

La marca Deto Adrea Milano, ci propone un aceto di mele biologico da 500 ml, adatto soprattutto come integratore. Il livello di acidità è nella media e non presenta pastorizzazione.

  • Pipkin – Aceto di Mele Biologico

La marca Pipkin ha commercializzato un aceto di mele 100% biologico a bassa acidità. Anche questo aceto non è pastorizzato e presenta una madre visibile e ricca di enzimi e potassio; consumarlo significa rafforzare il proprio sistema immunitario.

Grazie alla bassa acidità è possibile berlo o utilizzarlo come prodotto per la pelle e per i capelli, in quanto è ottimo per la produzione di maschere per il viso e impacchi per la chioma. Sicuramente, è un aceto di mele molto versatile, infatti è possibile usarlo anche in cucina, per condire in modo eccellente le insalate.

Aceto di mele Pipkin 100% biologico, Con la madre dell'aceto, Senza OGM, Pressato a freddo, Non...
  • 🍎 ACETO DI MELE 100% BIOLOGICO - Aceto di sidro di mele grezzo al 5% di acidità. Realizzato con mele biologiche senza OGM. Pressato a freddo e non pastorizzato per mantenere tutti i preziosi...
  • Voelkel – Aceto di Mele Biologico

Il penultimo aceto che vi proponiamo è prodotto dalla marca Voelkel. A differenza degli altri è molto acido e poco fruttato, se avete desiderio di berlo, è necessario diluirlo con molta acqua per attenuare l’acidità. La qualità, però, è ottima ed è un aceto molto versatile. La bottiglia è da 750 ml.

  • MeaVita – Aceto di Sidro di Mele

Il gusto dell’aceto di mele MeaVita è molto forte, sconsigliato a chi vuole berlo con acqua.
É ottimo come prodotto da cucina, per condire le vostre insalate.

Anche in questo caso si parla di un aceto biologico, non pastorizzato e non filtrato che può anche essere utilizzato per rendere i capelli più luminosi; è venduto in due bottiglie da 500ml.