5 migliori scarpe running A4 antipronazione per piedi piatti – Classifica e prezzi

scarpe da running a4

Le scarpe da running devono essere scelte tenendo conto di diversi aspetti, quindi non solo in base al proprio gusto estetico, ma anche secondo lo stile di corsa e le condizioni morfologiche del piede. In molti casi i runner cercano calzature che offrono elevata stabilità e ammortizzazione. Questi modelli, classificati come a4, sono specificatamente indicati per chi soffre di piedi piatti e di problemi dovuti alla pronazione eccessiva. In genere le scarpe da running a4 presentano dei supporti speciali applicati lungo l’area mediale, allo scopo di garantire maggiore supporto e un’andatura fluida durante le gare e i normali allenamenti.

Alla luce di queste considerazioni, scegliere le migliori scarpe da running richiede la dovuta attenzione, per essere sicuri di acquistare un modello effettivamente strutturato per assicurare il controllo del movimento. A questo riguardo la nostra guida contiene tutte le informazioni e i consigli per trovare facilmente le migliori scarpe running a4, studiante appositamente per correre in tutta sicurezza, oltre che per alleviare i dolori al ginocchio e altre lesioni. Inoltre grazie alle recensioni sulle scarpe running a4 siamo riusciti a stilare la classifica delle 5 migliori scarpe running a4 per supportare ad una scelta d’acquisto ponderata e consapevole.

Caratteristiche da considerare

L’assortimento delle scarpe specifiche per il running include anche le a4, che sono calzature adatte per gli sportivi iperpronatori e per quanti soffrono di piedi piatti. Caratteristica di queste calzature è la struttura, appositamente arricchita con supporti che, oltre ad offrire elevata ammortizzazione, riducono il carico che il piede esercita sulla parte interna. L’iperpronazione, diversamente da quello che si potrebbe immaginare, rappresenta un disagio assai comune fra i podisti, sia principianti che esperti. Verificare di avere i piedi piatti o con un arco basso è molto semplice. Basta solo bagnare i piedi e mettersi in posizione eretta sopra un foglio di carta oppure una superficie piana in modo da lasciare l’impronta.

Quest’ultima quando appare completa, denota un possibile problema di piedi piatti. Infatti in condizioni normali, l’impronta dovrebbe essere rilasciata priva della curva interna del piede. In presenza di piedi piatti è bene rivolgersi ad uno specialista del settore e orientare la scelta d’acquisto su scarpe progettate appositamente per contrastare questo genere di condizioni morfologiche e quindi per restituire un fit ottimale.

Coloro che soffrono di piedi piatti o di problemi come l’iperpronazione tendono ad usurare le calzature lungo il loro perimetro interno. Tutto questo dipende proprio dall’eccessivo movimento naturale esercitato dal piede. Il movimento scorretto, con il passare del tempo, può generare dolori al ginocchio e altri tipi di disagi che influiscono sulle prestazioni sportive, oltre che sulla salute. L’utilizzo di scarpe da running adeguate, ovvero progettate con un appoggio plantare specifico, molto ammortizzate e che garantiscano elevata stabilità, si rivela indispensabile.

Le migliori scarpe running a4 antipronazione e piedi piatti vengono realizzate con strati di poliuretano, allo scopo di garantire la dovuta stabilità in prossimità dell’arco plantare. Queste scarpe permettono di correggere la rotazione eccessiva che durante la corsa il piede esercita naturalmente verso l’interno. Le scarpe a4 possono avere tomaie realizzate con materiali differenti come pelle sintetica, nylon e PTU, spesso con caratteristiche traspiranti e impermeabili.

L’intersuola solitamente in gomma EVA e TPU assicura una buona stabilizzazione. Bisogna considerare che le calzature da corsa che rientrano nella categoria a4 sono generalmente più pesanti rispetto ai modelli che si rivolgono a coloro che non soffrono di iperpronazione. Questi aspetti rendono la scarpe a4 indicate anche per i corridori che pesano oltre 80 kg, per chi pratica la corsa lenta e per quanti cercano il massimo controllo.

Perché acquistarle?

Utilizzare scarpe non adeguate al propio stile di corsa e alla condizione morfologica del piede espone a diversi rischi, oltre a compromettere le prestazioni in gara e durante i normali allenamenti. Dolori al piede, al ginocchio, alle caviglie e problemi alle articolazioni sono soltanto alcuni dei disagi più comuni causati dall’indosso di calzature non specifiche per l’iperpronazione e i piedi piatti. Acquistare le migliori scarpe running a4 antipronazione e piedi piatti vuol dire minimizzare la pressione, ottenere un buon supporto lungo l’arco e conseguentemente riallineare le articolazioni del piede e della caviglia. Scarpe a4 di buona qualità permettono di mantenere il piede sempre fresco e asciutto, di affrontare la corsa senza eccessivo affaticamento e di fare sport in tutta sicurezza.

I prezzi delle scarpe running a4 antipronazione e per piedi piatti

I prezzi delle scarpe da running a4 dipendono dalla marca, i materiali o le tecnologie di cui si avvalgono. In genere non serve investire molto per l’acquisto di una buona calzatura da corsa, ma è fondamentale accertarsi che sia adatta alle proprie esigenze. Il nostro consiglio è quello di concentrare l’acquisto sulle scarpe proposte dai brand leader nel settore, che solitamente offrono un buon rapporto qualità prezzo e prestazioni complessive apprezzabili.

Le migliori 5 scarpe running a4 antipronazione e piedi piatti:

  • Asics Gel Kayano 26

scarpe da running a4 iperpronazione e piedi piatti migliori

Comfort, stabilità e sostegno sono i punti di forza di questa calzatura distribuita dal noto marchio Asics, appositamente progettata per i runner iperpronatori che cercano anche una buona reattività dell’intersuola. Le scarpe da running Asics GEL KAYANO 26 vantano una qualità costruttiva apprezzabile e sono durevoli nel tempo. Il modello sfrutta la tecnologia FlyteFoam per limitare l’impatto a carico delle articolazioni e presenta una tomaia in rete jacquard per garantire una vestibilità confortevole anche in caso di lunghe distanze.

  • Mizuno Wave Inspire 15

Adatte per correre su strada e per runner che soffrono di piedi piatti e iperpronazione, queste calzature offrono un’elevata aderenza e buona reattività. Presentano una tomaia in AIRmesh per favorire massima traspirabilità, oltre all’intersuola in schiuma U4icX, particolarmente efficace nell’assorbire gli impatti per una corsa più fluida e senza sollecitare le articolazioni. La soletta interna Intercool evita l’accumulo di calore, lasciando sempre il piede asciutto.

  • Brooks Adrenaline Gts 16

La calzature da running  Brooks, modello Adrenaline Gts 16, si caratterizzano per la buona ammortizzazione e per sostegno stabile, aspetti che permettono di correre anche per lunghe distanze mantenendo il corretto allineamento fra caviglia e piede. Durante l’indosso le transazioni d’appoggio fra il tacco e lo stacco della punta si rivelano molto fluide. Questo modello presenta una tomaia quasi priva di cuciture per una vestibilità comoda. Le strisce in vernice termosaldate rendono il design ancora più accattivante e moderno. Ulteriore aspetto positivo è l’intersuola in V-Groove, che assorbe efficacemente gli impatti e offre una flessibilità marcata.

Brooks Adrenaline Gts 16 M Scarpe da corsa, Uomo, Multicolore (Black/Nightlife/High Risk Red), 42
  • La nuova scanalatura a V profonda può essere assorbita verso l'interno e a conseguenze dispersibili.
  • New Balance 1260v7

Adatte per chi cerca elevata ammortizzazione, senza con questo dover rinunciare ad un buon assorbimento degli impatti, le scarpe da running firmate New Balance, modello 1260v7, sono rivestite con una speciale schiuma, denominata Abzorb, che favorisce la transazione dei movimenti e rende fluida la corsa. La tomaia permette di ottenere un buon controllo, ed essendo priva di cuciture si rivela anche molto confortevole. Grazie al supporto presente in prossimità dell’arco lo sportivo potrà correre senza avvertire dolori e sollecitare eccessivamente le ginocchia.

  • ASICS Gt-2000 7

Asics GT 2000 7 sono scarpe da corsa che si rivolgono ai podisti che soffrono di piedi piatti o iperpronazione, soprattutto grazie al supporto e all’ammortizzazione che offrono. Il modello permette di affrontare anche lunghe distanze favorendo movimenti bilanciati. La tomaia è realizzata in tessuto mesh per garantire comfort, traspirabilità e reattività. L’intersuola a più strati è stata appositamente progettata per assicurare fluidità e una corretta andatura, impedendo al piede di ruotare in modo scorretto verso l’interno. Resistenti e indicate per un utilizzo intensivo, queste scarpe si rivelano complessivamente durature e mantengono il piede fresco e asciutto.