Migliori telecomandi programmabili per cancelli: Tipologie, frequenze e prezzi

Controllare i cancelli a distanza: telecomandi programmabili

I telecomandi programmabili sono dispositivi particolarmente comodi. Grazie alle loro funzionalità, basate sulla tecnologia del radiocomando, i telecomandi permettono agli utenti di aprire o chiudere infissi, cancelli e simili, anche a grande distanza dal punto di attivazione degli apparecchi.

Il radiocomando dei telecomandi programmabili opera generalmente su una sola frequenza (il cui valore viene espresso in MHz, Megahertz), ma in commercio non mancano apparecchi in grado di lavorare su frequenze diverse.

Bestseller No. 2
STARLINE RADIOCOMANDO UNIVERSALE STARLINE TWIN AU4T 433 MHz (433.92) codice fisso 4 Tasti, MADE IN...
  • DUPLICA TUTTI I RADIOCOMANDI A 433 MHz CODICE FISSO, NON DUPLICA I CODICI VARIABILI-ROLLING CODE, PRIMA DI ORDINARE ASSICURARSI CHE IL RADIOCOMANDO DA COPIARE NON SIA A CODICE VARIABILE-ROLLING CODE

Telecomando programmabile: design e frequenze

telecomando programmabile per cancello

I telecomandi programmabili presentano caratteristiche sostanzialmente simili da un modello all’altro. Le loro forme sono essenziali e compatte, dalle linee morbide e tondeggianti, e sulle loro superfici sono presenti due o più tasti a seconda dei modelli.

La frequenza sulla quale lavorano i telecomandi può variare da 300 a 800-900 MHz, benché siano pochi i dispositivi in grado di lavorare su valori superiori a 800 MHz (la frequenza media si aggira intorno a 430 MHz).

Come scegliere il miglior telecomando programmabile?

La scelta del miglior telecomando programmabile in commercio passerà dall’attenta valutazione di fattori differenti. In primo luogo, è indispensabile valutare la portata degli apparecchi: da questo punto di vista, l’apparecchio migliore in commercio sarà quello in grado di espletare le sue funzioni da una distanza maggiore.

In secondo luogo, la valutazione del telecomando si sposterà sul piano della frequenza. L’acquirente del dispositivo dovrà tener conto del valore della frequenza sulla quale l’apparecchio sarà in grado di operare, considerando anche l’eventualità di acquistare un più pratico telecomando multifrequenza, utile per lavorare su Megahertz differenti.

Infine, non andranno trascurate le dimensioni del dispositivo. Un telecomando di grandi dimensioni risulterà ingombrante, impedendo all’utente di riporre il dispositivo all’interno di una semplice tasca: meglio optare per un apparecchio compatto e dalle forme essenziali.

Migliori telecomandi programmabili per cancelli a confronto:

  • Came TOP-432EE

telecomando programmabile per cancelli migliore

Il primo telecomando programmabile esaminato è il modello TOP-432EE prodotto da Came. Il dispositivo si presenta con un design semplice, caratterizzato da due grandi tasti collocati sul lato frontale dell’apparecchio.

Misurante appena 7 x 5 x 2 centimetri, il telecomando viene venduto direttamente con due batterie funzionanti, in modo tale da evitare all’utente l’obbligo di acquistare le pile in separata sede.

Dal punto di vista tecnico, il Came TOP-432EE lavora a una frequenza pari a 432 MHz. Una volta acquistato, il dispositivo risulta essere effettivamente pronto all’uso, benché necessiti di una prima programmazione. Per renderlo funzionante, l’utente dovrà premere contemporaneamente entrambi i tasti frontali; la pressione provocherà l’accensione di un LED rosso, il quale inizierà a lampeggiare a intermittenza.

Fatto ciò, l’utente dovrà premere uno solo dei due tasti superficiali, in modo tale da scegliere la frequenza sulla quale “registrare” il dispositivo. In questo frangente sarà necessario utilizzare un secondo telecomando (uno qualsiasi), essenziale per riprodurre il segnale a cui il Came TOP-432EE dovrà agganciarsi. Tenendo premuto uno dei tasti del secondo dispositivo, il Came si aggancerà al segnale riprodotto e terminerà di lampeggiare, pronto per essere utilizzato.

Per quanto riguarda i vantaggi, il TOP-432EE va lodato per il fatto di essere venduto direttamente con le batterie, una peculiarità tutt’altro che comune. Inoltre, il funzionamento del dispositivo è intuitivo e alla portata di tutti. Tuttavia, va evidenziato il fatto che la prima programmazione dell’apparecchio, come abbiamo potuto osservare, è tutt’altro che semplice, specie per chi è poco pratico con telecomandi di tale tipologia.

Offerta
Came TOP-432EE Radiocomando bicanale, 433.92 MHz, Nero/Grigio
  • Telecomando Came TOP-432EE, frequenza 433,92 Mhz 2 tasti
  • Starline Twin AU4T

Secondo telecomando programmabile preso in considerazione è il Twin AU4T prodotto da Starline. A differenza del TOP-432EE, il Twin dispone di quattro tasti superficiali.

Perfettamente riprogrammabile a seconda delle esigenze, il telecomando è in grado di funzionare sino a una distanza massima di 200 metri. La frequenza alla quale lavora è pari a 433 MHz.

Il Twin AU4T viene venduto direttamente con la batteria preinstallata. Lodevole è l’aspetto estetico del telecomando: il dispositivo, di dimensioni pari a 10.8 x 4.4 x 1.5 centimetri (a fronte di un peso complessivo non superiore a 40 grammi), è estremamente compatto. Tale compattezza è merito anche (e soprattutto) dei materiali compositivi del telecomando, realizzato con finiture metallizzate e arricchite da appositi processi di cromatura.

La qualità dei materiali è senza dubbio uno dei punti di forza del telecomando. Tra i punti di debolezza, invece, si segnala la minore intuitività nell’utilizzo, a partire dalla presenza dei quattro tasti collocati sul telaio del dispositivo: un controllo radiocomandato dovrebbe essere garantito da un numero minore di pulsanti.

STARLINE RADIOCOMANDO UNIVERSALE STARLINE TWIN AU4T 433 MHz (433.92) codice fisso 4 Tasti, MADE IN...
  • DUPLICA TUTTI I RADIOCOMANDI A 433 MHz CODICE FISSO, NON DUPLICA I CODICI VARIABILI-ROLLING CODE, PRIMA DI ORDINARE ASSICURARSI CHE IL RADIOCOMANDO DA COPIARE NON SIA A CODICE VARIABILE-ROLLING CODE
  • Sice BTF Mitto2

Il telecomando programmabile BTF Mitto2, prodotto da SICE, lavora a una frequenza pari a 433 MHz. Concepito con un design tondeggiante, il Mitto2 presenta due tasti sulla superficie frontale del telecomando, con un LED sovrastante a segnalare lo stato di funzionamento dell’apparecchio.

Completamente auto programmabile, il telecomando lavora su due canali differenti a seconda delle esigenze dell’utente. Il funzionamento del radiocomando è garantito da una centralina efficiente ed estremamente rapida.

Dal punto di vista delle dimensioni, il BTF Mitto2 misura appena 1.7 x 4.5 x 6.5 centimetri. Ancor più sorprendente, però, è il peso massimo del dispositivo: il peso del telecomando Slice, infatti, non supera nemmeno i 20 grammi, caratteristica che lo rende uno dei telecomandi più leggeri in commercio.

La programmazione del Mitto2 è resa possibile dalla pressione contemporanea su entrambi i pulsanti del telecomando.

Tra i punti di forza del dispositivo si segnala la sua straordinaria compattezza e leggerezza, caratteristiche che lo rendono estremamente maneggevole (può essere riposto anche all’interno di un taschino). Da lodare anche la relativa semplicità con la quale è possibile programmare il telecomando.

Tra i punti di debolezza del Mitto2, però, va evidenziata la scarsa utilità delle istruzioni dell’apparecchio. Il telecomando viene venduto con istruzioni (in italiano) contenute direttamente nella confezione del dispositivo. Tuttavia, le linee guida presenti nella scatola sono piuttosto sommarie, inutili, inadatte per chi non abbia particolare dimestichezza con apparecchi simili. Ciò costringe l’utente poco pratico a rivolgersi a terze parti per portare a termine la programmazione del Mitto2.

  • Why Evo 11.0

Infine, quarto e ultimo telecomando programmabile esaminato è il modello 11.0 prodotto da WHY EVO. Come diversi altri telecomandi in commercio, anche il WHY EVO dispone di quattro tasti differenti collocati sul lato frontale del dispositivo.

Tuttavia, contrariamente ai modelli precedentemente descritti il telecomando lavora su una multifrequenza. La stragrande maggioranza dei telecomandi programmabili in commercio, generalmente, opera su una sola e unica frequenza, raramente superiore a 450 MHz. In questo caso, però, il WHY EVO si dimostra particolarmente efficiente, tanto da consentire all’utente di scegliere una frequenza operativa compresa tra 300 e 868 MHz.

Il funzionamento del dispositivo è garantito da una batteria a litio, in grado di garantire un utilizzo lungo e duraturo del telecomando. Dal punto di vista estetico, il WHY EVO 11.0 presenta un design moderno e minimalista, con bumper salvaurti in gomma collocati ai quattro lati dell’apparecchio.

Le dimensioni del telecomando sono pari a 6 x 4.6 x 1 centimetri, per un peso massimo non superiore ai 20 grammi (peso condiviso con il Mitto2, caratteristica che rende entrambi i dispositivi tra i più leggeri in commercio).

Venendo ai vantaggi del telecomando, il WHY EVO 11.0 si dimostra eccezionale dal punto di vista delle funzionalità: essendo in grado di lavorare su più frequenze, il dispositivo risulta assai più pratico rispetto alla maggior parte dei dispositivi analoghi in commercio, facilitando enormemente la ricerca della frequenza più adatta ai propri scopi.

Per quanto riguarda gli svantaggi, invece, va sottolineata l’eccessiva delicatezza e sensibilità dei quattro tasti superficiali del telecomando: con una minima pressione, infatti, vi è il rischio di inviare un segnale di apertura o chiusura delle sbarre di un cancello, il che potrebbe comportare dei problemi relativi alla sicurezza durante l’utilizzo dell’apparecchio.