Triciclo per bambini: Tutti i modelli più convenienti del 2020 con prezzi aggiornati

Il triciclo è un giocattolo tra i più apprezzati dai bambini e rappresenta il primo mezzo di locomozione utilizzato per esplorare l’ambiente che li circonda. Nonostante la semplicità costruttiva, la scelta non è affatto facile essendoci una serie di aspetti da valutare con attenzione per effettuare un acquisto soddisfacente. Di seguito cercheremo di analizzare le caratteristiche che deve avere il miglior triciclo per assicurare divertimento in totale sicurezza.

Bestseller No. 1
besrey Tricicli 5 in 1 Triciclo per Bambini / Triciclo Senza Pedali/ Bicicletta Senza Pedali ,Rosso,...
  • ❤ TRICICLO 5 IN 1 - Triciclo / Triciclo Senza Pedali / Biciclette Senza Pedali
OffertaBestseller No. 3
Kinderkraft Triciclo ASTON, Bicicletta, Passeggino con Maniglione, Accessori, per Bambini, 9 Mesi -...
  • A PORTATA DELLA VOSTRA VISTA - Grazie alla Cappottini con finestra in materiale trasparente, è possibile controllare le attività del bambino senza doversi fermare durante la passeggiata

Scegliere il triciclo in base all’età del bambino

tricicloIn commercio sono presenti decine e decine di modelli e muoversi in tale confusione non è affatto un’impresa semplice. Il punto di partenza è stabilire la tipologia del mezzo in base all’età del bimbo. Normalmente un triciclo viene utilizzato a partire dal primo anno di vita per arrivare al massimo ai 5 anni, ma spesso già attorno ai tre anni il bambino lo abbandona per salire sulla sua prima bicicletta.

Età e peso incidono sulla distanza tra pedali e manubrio, sull’altezza della seduta e sulla capacità di carico sopportata dal mezzo. Abbiamo la possibilità di scegliere un triciclo specifico per una determinata età oppure un modello che sia in grado di seguire la crescita del bambino. I fattori che variano sono sellino e manubrio. Il primo può essere fisso oppure regolabile, ma in alcuni casi è addirittura reclinabile. Il manubrio può consentire un certo angolo di sterzata per i modelli destinati ai bambini più grandi oppure risultare fisso, permettendo al genitore di manovrare il triciclo con la maniglia posteriore.

Giocare in sicurezza

Questi due particolari sono strettamente legati, infatti in base alla destinazione d’uso si dovrà scegliere il tipo di struttura per avere il miglior triciclo. Se il bambino utilizza il mezzo solo in casa, quindi su superfici lisce e regolari, si può optare per un modello con telaio in plastica. Un mezzo comunque robusto ma che non deve sostenere le sollecitazioni causate da un impiego all’aperto su terreni sconnessi e con velocità di percorrenza superiori. In questi casi è bene scegliere un prodotto con struttura più solida: risulterà pesante e costoso ma garantirà sicurezza e resistenza in caso di urti e cadute.

A tal proposito in commercio è possibile trovare tricicli con telai in plastica, legno, alluminio o acciaio. Naturalmente più il bambino è cresciuto e di maggior solidità dovrà essere la struttura in grado di sopportare senza problemi il suo peso. Importante valutare anche la presenza di una pedana poggiapiedi per consentire al piccolo di riposare le gambe. Altro punto da rimarcare è l’assenza di particolari facilmente removibili. Un aspetto spesso sottovalutato ma è opportuno controllare con cura che il triciclo non presenti piccoli accessori che, pur avendo lo scopo di divertire il bimbo, potrebbero essere staccati con facilità e ingoiati.

Non sottovalutare la scelta delle ruote

In commercio si trovano due tipologie di ruote: in plastica oppure in gomma. La prima categoria è più economica ma anche meno resistente, con una tendenza a facili rotture e rapido consumo, soprattutto se utilizzate su superfici sconnesse. Le ruote in gomma sono silenziose, offrono una notevole tenuta su qualsiasi terreno e durano molto a lungo.

Stile e design per tutti i gusti

In pratica c’è solo l’imbarazzo della scelta, trovando tricicli dallo stile classico fino ad arrivare ai modelli più moderni con colorazioni sgargianti e grafiche che richiamano famosi personaggi dei cartoon. La forma si abbandona spesso alla fantasia dei progettisti, con modelli che ricordano la sagoma di animali e altri che invece sembrano moto o auto in miniatura. Per i primi mesi di vita spetterà al genitore scegliere il triciclo in base ai suoi gusti estetici, ma quando il bambino avrà compiuto 2/3 anni avrà già delle pretese sullo stile o potrà volere una bicicletta senza pedali. Ad ogni modo scegliere un modello con colori accessi e ricchi di figure e decorazioni aiuta a stimolare la curiosità del bambino e lo spinge a pedalare con maggior divertimento.

Gli accessori

Un tempo i tricicli erano dei giocattoli molto semplici in cui il bimbo si limitava a pedalare. Oggi è consuetudine aggiungere una serie di accessori con lo scopo di intrattenere il piccolo e rendere più piacevole l’impiego del mezzo. Non è raro trovare un clacson e pulsanti vari per attivare luci colorate o effetti sonori. Altri accessori hanno invece una finalità esclusivamente funzionale come la maniglia posteriore: permette al genitore di manovrare il triciclo oppure esercitare una spinta. E’ importante verificare che l’asta abbia una lunghezza tale da impedire continui piegamenti con la schiena. Esistono anche modelli particolarmente sofisticati che sono una via di mezzo tra un triciclo e un passeggino. Sono dotati di sedile reclinabile, cappottina di protezione dal sole, cinture di sicurezza, freni posteriori e contenitori portaoggetti. Il costo è decisamente alto ma offrono il vantaggio di far riposare comodamente il bambino e trasportarlo come in un normale passeggino.

I migliori tricicli per bambini:

  • Chicco triciclo pellicano

triciclo migliore

Questo triciclo delle Chicco è caratterizzato da un originale design con il manubrio a forma di muso di pellicano, ricavando dal becco un comodo contenitore per inserire piccoli oggetti. Il telaio in acciaio e il sellino regolabile, consentono di seguire la crescita del bambino e di fatto rendono questo modello adatto dai 18 mesi fino ai 5 anni di età. Altri particolari sono la presenza di un secondo contenitore nella parte posteriore, che si può facilmente rimuovere in caso di inutilizzo.

Il genitore dispone di una pratica maniglia in acciaio con lunghezza regolabile; consente da una parte di manovrare o spingere il triciclo a seconda delle necessità e dall’altra evita di doversi piegare ripetutamente con la schiena. Da sottolineare anche il bloccaggio dello sterzo e la presenza della cintura di sicurezza con aggancio in tre punti e apribile solo da un adulto. Nel complesso questo triciclo della Chicco assicura un favorevole rapporto qualità prezzo e la possibilità di utilizzarlo fino ai 5 anni di età. Un mezzo sicuro con l’unico limite delle ruote in plastica particolarmente rumorose dentro casa.

  • Smoby Masha

Smoby Masha è un triciclo dedicato agli amanti del famoso cartone animato Masha e Orso. Grafica e colorazione lo rendono un modello prettamente femminile e adatto a bambine di almeno 15 mesi. Per età inferiori c’è il rischio che, anche regolando il sellino, i piedi non arrivino ai pedali. Il telaio in acciaio offre la sensazione di un certa solidità, mentre l’asta posteriore con maniglia permette al genitore di manovrare e spingere con comodità il mezzo; in caso di inutilizzo si può rimuovere così come il contenitore portaoggetti. Il sellino risulta confortevole e dotato di una cintura di sicurezza per stabilizzare il guidatore, mentre lo sterzo si può bloccare. Il giudizio per questo triciclo è nel complesso positivo, soprattutto alla luce dell’economico prezzo di vendita. I punti deboli sono rappresentati dalle ruote in plastica dura che tendono a essere rumorose e di rapido consumo e lo sterzo che saltuariamente si blocca da solo.

  • Feber Baby Trike

Questo triciclo per bambini proposto dall’azienda Feber è un modello essenziale e con una livrea dai colori molto sgargianti. Il telaio in acciaio e la maniglia posteriore removibile offrono un’adeguata resistenza, con possibilità di allungare l’asta per facilitare le operazioni di manovra e spinta del mezzo da parte dell’adulto. Come consuetudine disponiamo di un contenitore portaoggetti e della cintura di sicurezza per fissare il conducente al seggiolino. Quest’ultimo componente non presenta alcun tipo di regolazione perciò è importante verificare la distanza tra seduta e manubrio in base all’altezza del bimbo. Feber Baby Trike è un prodotto economico, ben realizzato e facile da guidare con i soli svantaggi di non poter bloccare lo sterzo e regolare il sellino per seguire la crescita del bambino.

  • Fascol 6 in 1

Definire questo prodotto un triciclo e quantomai riduttivo, infatti è possibile ottenere ben 6 diverse configurazioni per altrettanti utilizzi. In pratica si può impiegare come un normale triciclo con o senza maniglione posteriore, fino a trasformarlo in un vero e proprio passeggino con tanto di sedile girevole a 360°. Possiede delle cinture di sicurezza, pulsante per bloccare i pedali, cappottina proteggi sole e doppio portaoggetti. Un modello costoso ma con un prezzo adeguato alla qualità del solido telaio in acciaio e alle ruote in gomma che assicurano ulteriore versatilità d’uso, potendo affrontare con sicurezza qualsiasi tipologia di terreno.

Fascol 6 in 1 Triciclo per Bambini con Sedile Girevole Adatto per età 12 Mesi - 5 Anni (Grigio)
  • 🚲 Triciclo Multifunzione: Il Fascol triciclo per bambini può essere utilizzato come passeggino, triciclo a spinta, triciclo, bicicletta con pedali, perfetto per bambini dai 12 mesi ai 5 anni....
  • Homcom triciclo a pedali

Chi è alla ricerca di un triciclo essenziale, semplice e dal costo molto contenuto troverà in questo modello della Homcom una valida scelta. Il telaio è realizzato in materiale plastico e non vi è alcun tipo di regolazione, risultando un mezzo adatto per bambini di almeno 15 mesi (dipende comunque dall’altezza del bimbo). Come optional è presente il solo clacson ad aria e il cestino portaoggetti, mentre mancano cintura di sicurezza e maniglia posteriore. Prodotto economico ma comunque in grado di assicurare una buona solidità e adatto per utilizzi in casa e su terreni regolari.